IPAZIA: links utili (con riferimenti al testo di A. Petta e A. Colavito)

hypatia-267x300

Qui di seguito vengono riportati alcuni links riguardanti la figura ed il pensiero di Ipazia, matematica, astronoma e filosofa neoplatonica di Alessandria, vissuta nel IV secolo e  tragicamente uccisa da fanatici cristiani nel 415. É considerata la prima martire pagana.

http://www.homolaicus.com/teorici/ipazia/ipazia.htm

http://xoomer.virgilio.it/nnikef/livello2/ipazia.htm

http://www.homolaicus.com/teorici/ipazia/fonti.htm

http://cronologia.leonardo.it/storia/biografie/ipazia.htm

Aggiungo anche il link di un’interessante trasmissione di Radio3 (“La storia in giallo”, a cura di Antonella Ferrera), specificamente dedicata alla figura di Ipazia:

http://www.radio.rai.it/radio3/lastoriaingiallo/view.cfm?Q_EV_ID=300052

… è davvero bella e suggestiva e vi consiglio di non lasciarvela sfuggire!

Infine vorrei segnalare un interessante romanzo storico-filosofico dedicato alla filosofa alessandrina uscito proprio in questi giorni:

A. PETTA – A. COLAVITO, Ipazia. Vita e sogni di una scienziata del IV secolo, ( con Prefazione di M. Hack) La Lepre Edizioni, Roma 2009.

Per completezza, aggiungo la pagina del sito de La Lepre Edizioni, dedicata al suddetto testo. In essa vi sono, inoltre, ulteriori interessanti  links, con articoli di giornale, usciti in questi giorni,  reativi alla figura di Ipazia.

la lepre edizioni la lepre edizioni

Torna alla collana 'Visioni'...
IPAZIA vita e sogni di una scienziata del IV secolo d.c.

Pagine:
338

Data di pubblicazione:
ottobre 2009

Euro: 22.00
IPAZIA vita e sogni di una scienziata del IV secolo d.c. ANTONINO COLAVITO
ADRIANO PETTA
Collana: Visioni

E’ una lezione da non dimenticare, è un libro che tutti dovrebbero leggere. Margherita Hack

E’ la storia di Ipazia (370 – 415 d.C.), astronoma, matematica e filosofa, erede della scuola alessandrina, fatta massacrare dal vescovo Cirillo per mettere a tacere la sua sete di sapere e la sua libertà di pensiero. Antesignana della scienza sperimentale, studiò e realizzò l’astrolabio, l’idroscopio e l’aerometro. Nell’anno dedicato all’astronomia è legittimo chiedersi come potrebbe essere il mondo oggi e  con quanti secoli di anticipo avremmo conseguito le conquiste moderne, se persone come Ipazia fossero state lasciate libere di esprimersi e di agire. La prima parte del libro narra l’avventura di Ipazia, la sua vita negli aspetti pratici, quotidiani, scientifici e politici, ricostruendo accuratamente il contesto storico: una vita che assume connotati sempre più drammatici, fino al tremendo e atroce epilogo. Nella seconda parte la voce narrante è quella della stessa Ipazia, che ci parla dei suoi sogni, delle sue ricerche e della sapienza di cui era depositaria. Un sapere millenario che, dopo il crollo del mondo ellenico ed il trionfo del cristianesimo, è stato sepolto per molti secoli, fino al nascere della scienza moderna. Questa storia romanzata ma vera di Ipazia, ci insegna ancora oggi quale e quanto pervicace possa essere l’odio per la scienza.

Forse uscirà anche nelle sale italiane il film Agorà, Kolossal del regista spagnolo Amenabar incentrato sulla figura di Ipazia. Di seguito trovate il trailer.

Quanto diverso sarebbe il nostro mondo se non fossero stati messi a tacere tanti spiriti liberi, come Ipazia?
RECENSIONI E ARTICOLI
Ipazia, una martire pagana per la libertà, di Umberto Bianchi
» ARTICOLO Rinascita: 03 novembre 2009
Ipazia, di Antonella Ferrera
» RADIO 3, La Storia in giallo : 17 ottobre 2009
Ipazia. Scienziata, bella, libera. Prima martire della religione, di Brunella Schisa
» ARTICOLO Il venerdì di Repubblica: 16 ottobre 2009
Il film che l’Italia non vedrà, di Flavia Amabile
» LA STAMPA: 07 ottobre 2009

realizzato da Hetman La Lepre Edizioni S.r.l. P.IVA 09643191001

Annunci

2 commenti su “IPAZIA: links utili (con riferimenti al testo di A. Petta e A. Colavito)

  1. Margherita ha detto:

    Sono contenta che questo libro possa arrivare agli studenti! Vivi complimenti per questo blog, magari avessi avuto qualche professore così moderno negli stimoli, al liceo! Un saluto, e buon lavoro!
    Margherita (socia della Lepre Edizioni)

    • lucabezzini ha detto:

      Ciao Margherita,

      ti ringrazio molto per l’apprezzamento.
      Il fatto è che nella mia formazione – e probabilmento non soltanto mia… – ci sono ancora idee, vicende, personaggi che non sono stati intellettualmente esperiti in modo pienamente consapevole. Eppure ci sono, stanno lì, dentro di noi, in attesa di qualcosa o qualcuno che li “risvegli” al momento giusto. Il testo di Petta e Colavito su Ipazia ha costituito per me questa bella occasione. Per cui sono io a fare i miei complimenti ai tipi della Lepre Edizioni, per averne reso possibile la pubblicazione, in questo importante anno di commemorazioni scientifiche.

      Un cordiale saluto,
      luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...