G.COLLI – Il “pathos” del nascosto (saggio su Eraclito)

COLLI - Eraclito 2COLLI - Eraclito 3COLLI - Eraclito 4

(Il saggio sopra riportato costituisce il cap. V del testo di G. COLLI, La nascita della filosofia, Milano 1975, pp. 59-69).

Per coloro che fossero interessati ad approfondire la figura di Giorgio Colli, segnalo un interessante saggio critico, pubblicato sulla rivista «Belfagor» (maggio 1987), ad opera di Maria Grazia Ciani: http://www.giorgiocolli.it/sites/default/files/ciani.zip

Advertisements

11 commenti su “G.COLLI – Il “pathos” del nascosto (saggio su Eraclito)

  1. giuseppe69 ha detto:

    Complimenti, stupendo Blog! Grande Giorgio Colli! Un saluto ancora e dato il periodo, il giorno che sta per spuntare, Auguri d’un buon capo d’anno… possa essere un sereno equilibrato 2012!!!

    • lucabezzini ha detto:

      Ciao Giuseppe, grazie per il gentile commento e per gli auguri, che contraccambio cordialmente!… è bello incontrare, sul finire di questo 2011, una persona che apprezza il pensiero di Giorgio Colli: di personalità intellettuali come la sua se ne sente proprio la mancanza!…
      Un caro saluto

  2. Florian ha detto:

    Ciao Luca,
    grazie per aver pubblicato questa parte bellissima si Colli su Eraclito. E’ stupendo!!
    Florian

    • luca bezzini ha detto:

      Ciao Florian,
      sono lieto che il testo di Colli su Eraclito incontri il tuo gusto: anch’io lo sento particolarmente felice e calzante!… Credo che Colli ci aiuti a vedere autori ed idee da un’angolatura non convenzionale, ma forse proprio per questo ricca di grande fascino!…
      Un caro saluto

      • Florian ha detto:

        Assolutamente si..ha imparato da nietzsche e si vede la trama, però ha sviluppato più la parte filologica andando in profondità sui testi con uno stile tutto suo. Almeno questo è la mia impressione e dopo aver letto questa parte mi prenderò presto il mio primo libro di quest’autore :))

      • luca bezzini ha detto:

        Ne sono molto lieto!… se sei interessato ad un primo inquadramento dell’autore, il testo da cui ho mutuato queste pagine è quello che fa per te!… se invece ti interessasse approfondire di più la sua prospettiva teoretica, “Filosofia dell’espressione” può essere più indicato. Il mio consiglio, se posso, è di leggere prima “La nascita della filosofia” per poi, nel caso tu fossi sempre interessato, passare all’altro testo.
        Un caro saluto e buona lettura!…

  3. Florian ha detto:

    Grazie mille per il consiglio, davvero molto gentile ;))

  4. Jacques ha detto:

    Salve, sto scoprendo il pensiero e l’opera di Giorgio Colli proprio in questi ultimi giorni, cercando documenti per un lavoro di ricerca che vorrei fare. Così sono arrivato a questo saggio. Volendo risalire alla fonte ho acquistato non solo il volumetto “La nascita della filosofia”, ma anche quello più corposo e postume “La ragione errabonda”. Paragonando però il taglio di questo saggio che qui troviamo in rete e il testo cartaceo, rimane una differenza che non riesco a spiegarmi. La paginazione non corrisponde; la presenza di alcuni elementi come lettere maiuscole, parentesi e parentesi quadrate fa pensare a sigle e segni usati nel testo e note dei quaderni postumi “La ragione errabonda”, ma il contenuto in corrispondenza alla paginazione non concorda.
    Vorrei dunque sapere, come mi viene il sospetto, se il saggio qui riportato fa parte di un altro documento autonomo e diverso dal librettino di Colli, magari una raccolta di saggi…! E se fosse il caso, quale sarebbe questo documento, questa opera, cioè il suo titolo, se si può saperlo…
    Grazie!

    • luca bezzini ha detto:

      Salve Jacques,
      sì, dici bene, le pagine riportate sul blog non vengono materialmente dal testo “La nascita della filosofia” (anche se nel loro contenuto vi corrispondono integralmente), ma questo solo per ridurre il numero delle immagini da riportare. Le ho tratte bensì dal volume terzo de “La sapienza greca” (volume dedicato interamente ad Eraclito), un altro magistrale contributo che Colli ci ha lasciato sul pensiero che precede la filosofia propriamente detta.
      Complimenti per i tuoi studi, Giorgio Colli è un autore estremamente affascinante! Non trascurare anche di leggere il suo “Dopo Nietzsche”: del filosofo dell’ “oltre-uomo” Colli ha curato – insieme a Martino Montinari – la complessiva pubblicazione di tutti gli scritti.
      Mi permetto, infine, di suggerirti un altro paio di cosette interessanti. La prima è un saggio critico su Colli di Maria Grazia Ciani, uscito sulla rivista “Belfagor” (se non lo trovassi sulla rete posso spedirtelo in formato digitale tramite la posta elettronica) ; la seconda è il sito dedicato a Giorgio Colli dal quale potrai attingere numerose e interessanti informazioni di letteratura primaria e secondaria su questo straordinario autore.
      Un caro saluto ed a presto,
      luca

      • Jacques ha detto:

        Grazie!
        Grazie già per avermi risposto, per i suggerimenti e gli incoraggiamenti. Spero poter mantenere il ritmo delle letture e delle ricerche, fare tesoro insomma di questi preziosi consigli.
        Ho provato a cercare il saggio di Maria grazia Ciani, tutto ciò che sono riuscito a vedere è il titolo, “Ritratti critici dei contemporanei, Giorgio Colli”, e niente di più. Se dunque mi mandassi il testo, te ne sarei molto grato.
        A presto.

  5. luca bezzini ha detto:

    Figurati, per me è solo un piacere!.. Ecco il link per scaricare l’articolo di Maria Grazia Ciani su Giorgio Colli: http://www.giorgiocolli.it/sites/default/files/ciani.zip

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...